Roccella Jonica omaggia Pitagora e Leonardo grazie alla sensibilità dell’artista Giorgio Baldari Taverniti

 

Si è svolta alla presenza di un numeroso pubblico,  nel segno dell’omaggio al genio di Pitagora e Leonardo,  la cerimonia di consegna di due pregiate opere che da sabato 23 marzo 2019 arricchiscono il patrimonio artistico e culturale della cittadina di Roccella Jonica: una scultura monumentale dedicata a Pitagora ed una copia dei prestigiosi facsimili, riprodotti a tiratura limitata, del Corpus degli Studi Anatomici di Leonardo nella Collezione Reale inglese di Windsor.


La donazione si deve alla sensibilità e generosità di Giorgio Baldari Taverniti, scultore, pittore e autore di apprezzate installazioni di caratura internazionale, originario di Stilo ma vive e opera nel Regno Unito, che ha voluto donarle al Comune di Roccella, dove ha trascorso alcuni anni della sua infanzia con la famiglia.

La cerimonia di donazione delle opere, coordinata dal giornalista Francesco Sorgiovanni, si è svolta nella sala "D.Bova" dell’ex Convento dei Minimi, dove ad accogliere l’artista, oltre al sindaco Giuseppe Certomà ed altri amministratori locali, vi erano anche l’assessore regionale Maria Teresa Fragomeni, cittadini, studenti e una delegazione di Stilo con i consiglieri comunali Romina Leotta e Antonio Marrapodi.


“E’ una cerimonia che accosta e unisce due grandi miti della scienza, della filosofia e dell’arte come Pitagora e Leonardo e inserisce anche la cittadina di Roccella nelle celebrazioni mondiali leonardiane per il V secolo della sua morte” ha introdotto Francesco Sorgiovanni, che ha poi conversato con l’artista.

 

“Leonardo si è formato sulla disciplina pitagorica – ha spiegato Giorgio Baldari Taverniti - e anche noi vogliamo celebrarlo con i facsimili della collezione che si trova a Windsor, del suo Corpus di studi anatomici, tre volumi in inglese e in toscano antico che mi auguro siano oggetto di interesse da parte degli studenti”. “Oggi più che mai – ha aggiunto l’artista - abbiamo bisogno di cultura e di conoscenza e quello che mi sta a cuore è trasmettere la mia passione per l’arte e per il bello ai giovani ed a quelli che verranno dopo”.

 

Emozionato ed onorato per l’omaggio il sindaco Giuseppe Certomà che ha ringraziato l’artista ed esaltato il valore del suo gesto: “E’ una donazione che si inquadra in una nostra visione della cultura non come fatto episodico ma come azione strategica che eleva lo spirito e crea anche attrattive dal punto di vista turistico”. Certomà ha fornito anche una chiave di interpretazione del monumento a Pitagora, “in senso di apertura agli uomini e alle culture che ancora oggi, come in passato, arrivano dal mare”.

 

Il primo cittadino di Roccella Jonica  ha, poi,  ringraziato l’Ufficio tecnico comunale con l’ing. Lorenzo Surace, la Jonica Multiservizi con l’ing. Vincenzo Garuccio e le maestranze, e l’artigiano Igor Skvortsov della Multiferro che su precise indicazioni dell’artista hanno realizzato, sul lungomare, la scultura monumentale in omaggio al genio pitagorico.

 

Il taglio del nastro inaugurale della scultura, svoltosi al termine della cerimonia di donazione, ha avuto come madrina l’assessore regionale Maria Teresa Fragomeni.

 

 

Stefania Parrone